Variabilita delle soglie di Equità ed Iniquità nel PD


Fassina se non ci fosse (grazie Signore Dio Onnipotente per averlo creato) si dovrebbe inventarlo….

Abolire l’IMU per lui è INIQUO. Detto così uno penserebbe che “Vuoi vedere che Fassina ha a cuore i poveri italiani che non arrivano a fine mese con la loro busta paga (quando la prendono)?”.  Ma subito un dubbio assale l’osservatore attento…”Ma Fassina è anche uno dei più -autorevoli- rappresentanti del Partito Unico Dell’Euro (PUDE), per cui sarebbe come se improvvisamente un lupo non vegetariano diventasse il più accanito difensore della vita degli agnellini al pascolo…”

Ragioniamo dati del Ministero dell’Economia (anno 2012) alla mano:

a) Chiunque ha un reddito ed una casa deve presentare una forma di dichiarazione dei redditi (CUD, 730, Unico).

b) l’80% delle famiglia ha la casa di proprietà.

c) il 90% dei contribuenti dichiara meno di 35000 euro di reddito lordo e per la stragrande maggioranza si tratta di lavoratori dipendenti.

Togliamo all’80% di cui sopra il 10% dei ricconi (me compreso) che hanno un reddito superiore a 35.000 euro.

Rimane pur sempre un 70% di Italiani. Facciamo un po di cresta ed arriviamo a 65%.
Abbiamo il 65% di Italiani che non se la passa benissimo a potere d’acquisto ed a cui vedersi ridotta la gabella IMU dai 235 euro medi a zero non farebbe proprio dispiacere.

Ma non finisce qui. Si scopre, infatti, che a pagare la quota maggiore dell’Imu sono i pensionati. Coloro che hanno prevalentemente un reddito da pensione (il 40% dei contribuenti IMU) pagano il 35,5% dell’Imu, a fronte del 25,6% versato dai lavoratori dipendenti (che sono il 41% dei contribuenti), il 13,3% degli autonomi, il 25,3% che attiene ai contribuenti che hanno prevalentemente redditi fondiari.

Fassina (che non a caso è Piddino) quando parla di INIQUITA’ nell’abolizione dell’IMU sulla prima casa dovrebbe quantomeno “rivedere” il suo concetto di iniquità.

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politicamente scorretto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...